Google abilita la ricerca con ssl - meno dati e statistiche per i seo.

Dal 21 maggio 2010 è possibile utilizzare una connessione criptata per effettuare le ricerche con google. Chi utilizzerà questa funzionalità darà meno informazioni ai webmaster, con l'effetto di statistiche meno precise.

Utilizzando la versione criptata di Google possiamo essere sicuri che nessuno a parte Google sappia cosa cerchiamo. Con un effetto collaterale.

Una pratica comune per un webmaster è controllare attraverso quali canali arrivano gli utenti.

Quando arrivano dai motori di ricerca le parole chiave diventano un'informazione importante. È possibile conoscere la parola chiave cercata da un navigatore (e se era nella prima pagina dei risultati o in una successiva) analizzando l'header  http 'Referer', inviato da tutti i browser, che dice ad un sito da quale pagina si sta arrivando.

 Una delle caratteristiche del protocollo https, la versione sicura di http, è che i browser, quando si visita un link non criptato (http) arrivando da una pagina criptata (https) omettono l'header 'Referer', come spiega anche Google nella sua knoledge base.
 
Quindi i webmaster vedranno una fetta (sempre più consistente) di utenti che accedono "direttamente" al sito (senza passare da un motore di ricerca), ovvero tutti quelli che useranno https://www.google.com/.
 
« November 2017 »
November
MoTuWeThFrSaSu
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930